MCMXCIV perché i vivi non ricordano

Non canto per i vivi
no non canto per loro
‘ché di miserie e disgrazie
ne ho viste tante in giro
questa storia assurda non può tornare indietro
a pezzi li abbiam persi sui monti e nelle valli
nei fiumi e agli angoli agli angoli delle strade
agli angoli degli occhi agli angoli della bocca di
Garcia Lorca, morto invano
Camilo Torres, morto invano
Salvador Allende, morto invano
Víctor Jara, morto invano.

Montagne di cenci carne stracci
carta cuori unghie memorie
bruciati in fretta come nella camera
di scoppio di un motore
su una forca o con le fucilate
con la garrota o con la sedia elettrica
i vivi non ricordano lo sguardo
i vivi non ricordano lo sguardo
di Nicola Sacco, morto invano
Bartolomeo Vanzetti, morto invano
Giacomo Matteotti, morto invano
Giuseppe Pinelli, morto invano.

E più neri di prima sono ritornati
lo stesso cognome
Mussolini
usano un televisore come un cavallo di Troia
entrano nel futuro dei nostri figli
così come c’entrarono nel ‘920
per ricordarci che
per ricordarci che
un giorno
a Brescia sono, sono morti invano
a Ustica sono, sono morti invano
a Bologna sono, sono morti invano
a Marzabotto, sono morti invano
perché i vivi non ricordano.

Si è ammutolito il mio strumento
quando ha capito che il popolo italiano
di mare, di cielo, di mare cielo e terra
deve saperlo che ci portano la guerra
guarda nei libri devi ricordarlo
ogni quanto tempo in Europa c’è un conflitto
dove madri padri figlie e figli
sono morti da dimenticare
perché i vivi non ricordano
perché i vivi non ricordano gli occhi dei
fratelli Cervi, morti invano
Lauro Farioli, morto invano
Marino Serri, morto invano
Giovanni Ardizzone, morto invano.

Sole, vento che rincorri i continenti
tu che accarezzi il viso delle genti
raccogline tutta la memoria
e fanne un solco nella terra
perché col grano e con il pane
cresca anche il ricordo degli occhi
e del cuore di
Franco Serantini, hasta siempre
Claudio Miccoli, hasta siempre
Sotiris Petrulas, hasta siempre
Giorgiana Masi, hasta siempre
Giuseppe Palumbo, hasta siempre
Grigoris Lambrakis, hasta siempre
Turiddu Carnevali, hasta siempre
Gaetano Bresci, hasta siempre
Walter Rossi, hasta siempre
Jolanda Palladino, hasta siempre
Ines Versari, hasta siempre
Emiliano Zapata, hasta siempre
Pietro Greco detto Pedro, hasta siempre
Camillo Cienfuegos, hasta siempre
Stephen Biko, hasta siempre
Patrice Lumumba, hasta siempre
Rina Feruglio, hasta siempre
Ernesto “CHE” Guevara, hasta siempre
Gennarino Capuozzo, hasta siempre
Giovanni Passanante, hasta siempre
Jole de Cillia, hasta siempre
Duccio Galimberti, hasta siempre
Martin Luther King, hasta siempre
Malcom X, hasta siempre
Oscar Romero, hasta siempre

4 risposte a MCMXCIV perché i vivi non ricordano

  1. alvaraalto scrive:

    1994,
    grandissima canzone di un mitico musicista napoletano,
    il compagno Daniele Sepe!

    mi chiedevo come mai si intitolasse così la canzone… 1994… io una mia risposta ce l’avrei… secondo voi?

  2. massim scrive:

    Ohibò, non mi sovviene😀

  3. passante scrive:

    ahimè a me forse sovviene qualcosa…
    non la discesa in terra dei quattro cavalieri dell’apocalisse, ma di un solo cavaliere molto più funesto…

  4. Loro sono morti invano Noi per onorarli dobbiamo non vivere invano ma sconfiggere i criminali con la lotta quotidiana: Colpiamoli nel portafogli… boicottiamo il loro consumimismo comprando il necessario, senza farmaci, vaccini, tv, oggetti marchettati, e tutte le cakke che gli in.capaci producono! Sputtaniamo la loro ignorante incoerenza!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: