i tempi del bracatore

Sono scandalizzato (e pensavo che oramai niente potesse scandalizzarmi più).

Berlusconi aveva scelto come sfondo per i suoi ministri La verità svelata del Tiepolo. Ottima scelta direi, significativa.

Però è appena successa una cosa che mi lascia stereofatto: hanno dipinto un “reggiseno” alla verità (s)velata. Ora non ha più il seno scoperto. Ma come è possibile? Chi cazzo ha avuto il coraggio di dipingere sopra un quadro di Tiepolo? E chi l’ha ordinato? Chi è il nostro ministro della cultura, Topolino? Ah no, è coso, Bondi… Mamma mia, han rovinato un’opera d’arte…

“Eh, ma poteva offendere la sensibilità del Popolo Italiano”. Cosa????

Cazzo, si stanno prendendo tutto!

Ecco il link all’articolo de LaStampa

8 risposte a i tempi del bracatore

  1. annina scrive:

    Vivo da un anno all’estero.
    Sognavo di tornare in Italia a breve,
    Non si ha il benchè minimo rispetto per la
    cultura e per LA VERITA’!!
    E non è solo colpa del governo in carica
    ma è purtroppo degli elettori che permettono tutto questo!
    Leggendo le testate nazionali leggo la
    non simpatia che si ha nei confronti dell’attuale governo.
    Fa molto male, provo vergogna
    ma in Italia non ci torno a vivere, non per questi prossimi anni.

  2. alvaraalto scrive:

    Notizie del genere in Italia non interessano a nessuno.
    Tiepolo chi? Il ciclista?
    E pensare che l’unico commento al post l’han scritto dall’estero…

    P.S.
    Ti ringrazio annina per il commento

  3. keyr scrive:

    la censura…..
    delle parole,dei programmi tv,delle immagini……e infine delle opere d’arte.
    Tiepolo ne è l’ennesima vittima.Prima di lui toccò al grandissimo Michelangelo….
    il suo dipinto sull’altare della cappella sistina,IL GIUDIZIO UNIVERSALE,fu sottoposto a censura.Tutte le parti intime dei numerosi personaggi furono coperte,si riteneva fossero oscene e sconvenienti per un’affresco che doveva stare alle spalle di un altare.Una copia originale dell’affresco com’era prima della censura si trova nel museo di Capodimonte,a Napoli.E’ una riproduzione abbasta fedele dell’originale realizzata da Marcello Venusti e che mostra perfettamente come poteva essere l’affresco in originale e dove invece sono poi giunte le mani della censura…
    allora però erano altri tempi,che questo accada oggi è “osceno”

  4. lavaligiadicartone scrive:

    Beh…ma qui (Olanda) nessuno si stupisce…Silvio fa quello che vuole, cambia quello che vuole: leggi, dipinti…la verita` come dipinto e la verita` come giustizia le ha cambiate al volo…e solo pochi bisbigli si sono levati, nulla di che`.
    Molta piu` preoccupazione da` invece l’esercito nelle strade. Qui tutti mi dicono che ricorda la seconda guerra mondiale. I turisti stranieri non apprezzeranno e si avra` un ulteriore calo del turismo.
    Ma tutto cio` in italia non viene avvertito, o viene avvertito molto, molto poco.
    Mi spiace per Annina…ma io quando sono partito non ho mai avuto la minima idea ditornare indietro…e ti diro` di piu`: dopo le vacanze, dopo 6 mesi che non torno in Italia, ci tornero` per andare a trovare i miei, che hanno preso una nuova casa…ebbene: la cosa mi infastidisce parecchio, perche` so gia` che mi faranno incazzare all’aeroporto e qua e la`…e non vedro` l’ora di tornare a casa: Amsterdam.
    E tra pochi anni cambio nazionalita`.
    To’ Silvio!

  5. alvaraalto scrive:

    sono stato molte volte a Napoli, ma mai da turista (spero di riuscire a farlo fra una o due settimane)

    per l’esercito nelle strade: non ti preoccupare, si tratta di 3000 soldati in tutto, se li dividiamo in tre turni da otto ore a testa fan 1000 soldati in strada,
    se li dividiamo per i 110 capoluoghi di provincia italiani fa la bellezza di circa 9 soldati in media per capoluogo di provincia… azz…
    in realtà i soldati sono distribuiti in altro modo: alcuni sono a Napoli e Roma, gli altri tutti nei comuni del nord (filo-leghisti?). inoltre molti di loro presidiano luoghi istituzionali, quali ambasciate, sedi regionali, ecc…
    insomma, il TG dice che i soldati ci stan rendendo più sicuri, ma a me sembra che non sia cambiato molto da prima…

    come sempre è solo propaganda!

  6. Caesar scrive:

    La polemica della tetta coperta é sciocca ma sarebbe stato prefribile cambiare il quadro con altro senza tette scoperte. Il problema consiste nel fatto che é notevolmente aumentato il numero dei baciapile e con esso il potere della Chiesa che ha aumentato il prezzo dopo l’aumento della domanda seguito al cambiamento di nome dei comunisti divenuti anch’essi strumentalmente baciapile come i democristiani.

    Quanto ai tremila soldati, anche se pochi é pur sempre un aumento delle forze dell’ordine. Ne sarebbero serviti ben molti di più e atteso che il nostro esercito non è molto impegnato in guerre e che dobbiamo comunque mantenerlo, non c’é ragione per aumentare il numero dei poliziotti con altri costi mentre abbiamo un mare di soldati pagati per non fare nulla. Sono i nostri ragazzi che vediamo con affetto e simpatia e le menate dei compagni che vagheggiano tintinii di sciabole sono i soliti patetici esercizi dei trinariciuti. Io richiamerei il costosissimo quanto inutile contingente di oltre 3.000 uomini, oltre la logistica, che il compagno D’Alema ha spedito in libano quali ostaggi dei terroristi palestinesi. Mentre la Campania era stata abbandonada sotto la monnezza il prode Prodi ha mandato in Libano 30.000.000 di Euro delle nostre sudate tasse per ripulire la monnezza di Beirut !
    Che dire ?

  7. alvaraalto scrive:

    la polemica della tetta coperta non è sciocca. sai che valore artistico ha una tetta del genere? (non lo dico per ridere) sai quanto valgono le opere di Tiepolo?

    vengono da tutto il mondo a vederle. e noi dovremo dire ai giapponesi “ah guardate sarebbe questa la verità svelata ma ora non si vedono più le tette perchè berlusconi le ha fatte coprire”. magari un giorno dovremo dire anche “il davide di Michelangelo… visto che bei mutandoni di doraemon che gli abbiamo messo?”

    Per quanto riguarda i soldati nelle strade per me ne possono mettere anche 30.000, di sicuro non fanno male (…). E’ solo che hanno sbattuto sti quattro giuovini in mimetica (MA PERCHE’ IN MIMETICA? LA PADANIA O IL VIETNAM?) con tanto rumore, tanti slogan, tante dichiarazioni (tutto esagerato) che all’estero cominciano a dubitare della stabilità della nostra democrazia.
    All’estero.

    P.S.
    per fare numeri: un quadro del Tiepolo può arrivare a valere 1.000.000 di euro in scioltezza.
    esempio il Trittico: http://www.wuz.it/Home/AnsaNews/tabid/65/newsid/4378/Default.aspx

  8. giraffa scrive:

    Quando ho letto, e visto, la notizia sul Corriere della Sera pensavo fosse uno scherzo, ma poi ho pensato che nessun giornale serio l’avrebbe fatto. Pensavo anche, illusa, che ormai fossero passati i tempi della censura alle opere d’arte, sopratutto considerati gli elementi seduti in Parlamento (signore non proprio definibili come educande e signori, vabbè, signori..non proprio asceti) invece la stupidità è tornata al potere o, forse, devo pensare che ne vedono così tanti dal “vivo”, o sui calendari, da non poter più sopportare la vista di un seno nudo?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: