l’arte dello Zen ovvero gli esclusi

Vi sto per parlare del quartiere ZEN di Palermo.

Ora, voi già immaginate un luogo ameno, tranquillo, bello, zen. Ecco, immaginate male. ZEN sta per Zona Espansione Nord ed è un quartiere popolare (un ex IACP per intenderci) sorto a nord di Palermo alla fine degli anni ’60. Un po’ troppo a nord. Tanto da essere completamente separato dalla città. Cosa succede quando un quartiere popolare è escluso, separato dal resto della città? Diventa un GHETTO. I caratteri che contraddistinguono zone del genere sono sempre le stesse: sovrappopolazione, occupazioni abusive, degrado architettonico, criminalità diffusa, abbandono scolastico eccetera eccetera. Potrei quasi fare copia e incolla dal post sulle vele di Scampia, tanto la situazione è sempre quella.

Io personalmente conobbi questo quartiere solo grazie alla canzone “denuncia” di Edoardo Bennato che si intitola appunto ZEN (1989):

Zona Espansione Nord – abbreviazione: ZEN
non c’è ragione no – non c’è ragione
quartiere di Palermo – città d’Italia
non c’è ragione no – non c’è ragione
Zona Espansione Nord – abbreviazione: ZEN
non c’è ragione no – non c’è ragione
anno quarantatré della Repubblica
età industriale, quinta potenza al mondo!
Ada balla con me
vedrai che cambierà!
Chiangi Palermo gloriusa
aju la menti tantu confusa
na tristizza ranni ni lu cori
nascju o ciuriddu cu l’autri ciuri
Aprili e maju nni godiu l’oduri
cu lu focu di giugno pigghiau focu
la barunissa di Carini
jera affacciata a lu su balcuni
viu viniri na cavallaria
Nun c’è spagno nun c’è tirruri
chistu e me patri chi veni pi mia
a speranza nun finisci mai!…
Ada balla con me
Ada balla con me!…
Zona Espansione Nord – abbreviazione: ZEN
non c’è ragione no – non c’è ragione
progettazione: all’avanguardia
somma espressione dell’urbanistica
Zona Espansione Nord – abbreviazione: ZEN
non c’è ragione no – non c’è ragione
quartiere di Palermo, città d’Italia
non c’è ragione no

In questa foto potete vedere il quartiere di Palermo, ma non Palermo…

Ecco altre immagini che vagano per il web:

Lo ZEN si divide in ZEN1 e ZEN2. Non chiedetemi la differenza, per favore. Da quel che ho letto in giro le costruzioni che vedete nelle foto sono le cosiddette “insulae”, costruzioni di CARTONGESSO. Che culo, eh?
Comunque si sta facendo molto per gli abitanti dello ZEN: tra le varie iniziative infatti vi ricordo l’aver cambiato il nome al quartiere: ora si chiama San Filippo Neri.
E gli abitanti dei “quartieri” continuano ad essere gli esclusi.

6 risposte a l’arte dello Zen ovvero gli esclusi

  1. massim scrive:

    C’è anche una canzone, piuttosto datata, di Bennato che si intitola appunto “Zen” e rende molto l’idea…

  2. alvaraalto scrive:

    🙂

    Per quanto posso averne parlato non molto bene in un paio di post, rimane sempre uno dei miei cantanti preferiti
    “ZEN” di Bennato è tra le altre cose un gran pezzo (sono in pochi in Italia capaci di fare bene del rock!)

  3. Massim. scrive:

    Concordo in piedo Alvar!😉

  4. Anna Maria scrive:

    Dicono tutti che stanno muovendo per fare qualcosa di buono per lo ZEN, intanto io che ci abito da quando avevo 6 anni ed ora ne ho 28, e’ sono mamma di 3 bambine, vedo che qual’cosina si muove solo quando ci devono essere le votazione, perche’ ognuno penza solo per se’.

  5. alex scrive:

    ALLORA GENTE LO ZEN 1 è QUELLO KON I PALAZZONI GIGANTI INVECE LO ZEN 2 è QUELLO DI QUESTE FOTO IL PEGGIORE KON I PADIGLIONI

  6. the zen man scrive:

    . . .

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: